Caricamento Eventi
Questo evento è passato.

La parola sensualità viene spesso confusa con sessualità, ma quanto hanno a che fare l’una con l’altra queste due cose? Cosa ci viene in mente quando sentiamo la parola “creatività” e come ci sentiamo quando siamo effettivamente creativi? Questo corso ha lo scopo di esplorare cosa sono per ognuno di noi sensualità e creatività, al di fuori dalle idee che ci sono state passate dall’esterno, e ricontattare queste caratteristiche del nostro essere che sono spesso sopite. Esplorando in prima persona ci accorgiamo di quanto sia ampio il divario fra l’idea che abbiamo rispetto a queste tematiche e la loro effettiva realtà, scopriamo quale è il nostro modo unico ed individuale di incarnarle ed esprimerle. Utilizzeremo la cristalloterapia, la meditazione ed altre tecniche bioenergetiche.
La sensualità e la creatività sono due tematiche importanti collegate al secondo chakra, per questo nelle due serate useremo la corniola, un bellissimo cristallo arancione che ci aiuterà a rinforzare e risvegliare questo centro energetico. Il prezzo delle serate include anche una pietra corniola che i partecipanti porteranno via con sé. L’azione gentile della corniola porta a un riequilibrio di questo chakra, che è anche legato all’affettività e all’erotismo ed è molto importante per la nostra vita emotiva.
Per maggiori informazioni sull’evento sensualità e creatività, delle serate 19 e 26 Maggio 2017, potete contattarmi direttamente via telefono al 3295880559 o scrivermi un e-mail all’indirizzo: susanna.quaquini@gmail.com

“La creatività non ha nulla a che vedere con qualche attività in particolare – come dipingere, scrivere poesie, danzare, cantare. Non ha nulla a che vedere con qualcosa in particolare.
Ogni cosa può essere creativa – diamo questa qualità alle cose che facciamo. L’attività in sè non è né creativa né monotona, puoi dipingere in maniera non creativa, ed anche cantare in modo non creativo, mentre puoi pulire il pavimento o cucinare in maniera creativa.
La creatività è la qualità che porti nelle cose che stai facendo, è un’attitudine, un approccio interiore, come guardi le cose.”
Osho